Yoga per dimagrire: ecco le posizioni che aiutano a perdere peso

yoga

Lo Yoga può aiutare a perdere peso. Sì, sembra strano, ma è vero. Praticandolo è possibile risolvere un problema che riguarda tantissime persone e che è legato non solo a questioni di natura fisica, ma anche alla mente. Dietro a diversi casi di sovrappeso vi è infatti una situazione di pigrizia che si può combattere facilmente grazie allo Yoga e all’avvicendarsi di posizioni che caratterizza ogni sessione.

Il principale mito da sfatare quando si comincia a fare Yoga per dimagrire è la brevità dell’impegno. Perdere i chili in eccesso rapidamente è impensabile. Bisogna avere pazienza e coniugare la costanza nella pratica con l’attenzione all’alimentazione. Detto ciò non resta che fare qualche riferimento alle posizioni migliori per raggiungere lo scopo.

Tra queste è possibile citare l’Uttanasana, che prevede un piegamento in avanti a partire dalla posizione eretta. Grazie a questa asana è possibile comprimere l’addome, riequilibrando l’intera zona core. Qualche difficoltà iniziale? Nessun problema, basta piegare leggermente le ginocchia! Quello che conta è evitare di stendere eccessivamente i muscoli delle cosce.

Un’altra soluzione per chi vuole dimagrire praticando Yoga è la posizione del cobra, conosciuta come Bhujangasana. Eseguendola è possibile aprire al massimo il petto e le spalle, che devono essere tenute lontano dalle orecchie.

Molto efficace per ritornare in forma è anche la Trikonasana, che prevede un piegamento laterale utile sia per chi vuole perdere peso sia per chi punta a risolvere quegli squilibri della colonna che, a lungo andare, si fanno sentire provocando mal di schiena e altri piccoli fastidi.

Da non trascurare è infine il saluto al sole, forse l’esercizio di Yoga più celebre, fenomenale per chi vuole dimagrire soprattutto se eseguito lasciandosi guidare dal proprio respiro.

Scopri ZONE CITY