Come iniziare l’allenamento funzionale

allenamento-funzionale-pisaQuando si inizia l’allenamento funzionale bisogna abbandonare subito l’idea di allenamento legata al fitness e al body building.

Con il training funzionale – che riporta il corpo alla sua condizione naturale attraverso esercizi legati al salto, alla corsa e al sollevamento pesi – bisogna partire prima di tutto da una postura corretta, che si può ottimizzare con squat e affondi.

Un altro trucco per cominciare al meglio l’allenamento funzionale è legato alla corsa, un esercizio fisico essenziale per la salute del cuore. Imparare a correre in modo corretto, mantenendo la postura e facendo in modo di utilizzare tutte le funzionalità del corpo è basilare se si vuole iniziare con il piede giusto l’allenamento funzionale, amatissimo dalle star prima di tutto perché, grazie ad attrezzi manubri, kettlebells, sacchi di sabbia e pedane pilometriche, permette di puntare a una tonificazione mirata sfruttando unicamente il carico del proprio corpo.

Quando ci si approccia all’allenamento funzionale è ovviamente fondamentale affidarsi alle indicazioni del personal trainer. Non bisogna dimenticare che si tratta di un workout ad alta intensità, benefico per corpo e psiche ma anche legato a sforzi che non tutti possono sostenere.

Bisogna muoversi per gradi e, fin da subito, chiarire i propri obiettivi e la situazione di partenza per capire il circuito più adatto con cui partire.

Da non trascurare è infine la dieta. Grazie all’allenamento funzionale è possibile apprezzare dei miglioramenti importanti connessi al metabolismo, motivo per cui è utile portarsi avanti scegliendo per esempio di fare uno spuntino leggero e metà mattina e uno a metà pomeriggio, così da evitare che i meccanismi metabolici s’impigriscano eccessivamente.

 

Scopri ZONE CITY